AVVISO PUBBLICO ASSEGNO CIVICO

La domanda debitamente sottoscritta, dovrà essere inoltrata al comune di residenza entro il 15/09/2021

Data:
13 Settembre 2021
Immagine non trovata

SI RENDE NOTO
che il Distretto Socio Sanitario 27 nell’ambito di un complesso di iniziative volte a contrastare gli effetti della povertà e a favorire la crescita dell’occupazione, intende realizzare il progetto “ASSEGNO CIVICO”.

Finalità dell’Assegno Civico
Il grave momento di crisi sanitaria ed economica sta determinando una crescente fragilità sociale a causa dell’esclusione dal circuito lavorativo della popolazione, pertanto si rende necessario destinare le risorse disponibili del Fondo Emergenza COVID-19 per supportare le famiglie del territorio distrettuale in questo difficile momento storico che ha visto ridurre drasticamente le loro disponibilità economiche.
La presente azione Assegno civico che si integra perfettamente con gli interventi già attivati con finanziamenti nazionali, regionali e comunali, mira, comunque, a disincentivare ogni forma di meroassistenzialismo ed a promuovere o valorizzare la dignità della persona in difficoltà, favorendo l’inclusione sociale mediante un impegno a favore della collettività.
Destinatari e requisiti per la partecipazione
I beneficiari dell’intervento economico quantificati in n° 90 soggetti devono essere individuati prioritariamente tra quelli che non dispongono al momento di alcuna forma di reddito e che non siano inclusi tra i destinatari degli interventi nazionali attivati a supporto dei lavoratori (Cassa integrazione, una tantum titolari partita iva ecc.) e ovviamente non siano già destinatari del reddito di cittadinanza, salvo modifiche nella situazione familiare ed economica. Le prestazioni richieste a ciascuno sono differenziate in rapporto alle necessità, individuate dalle singole amministrazioni comunali ed alle esigenze di ogni utente dettagliatamente indicate nel patto di adesione sulla base della valutazione da parte dell’ufficio sociale professionale. Lo svolgimento della prestazione, non determina l’instaurazione di un rapporto di lavoro di tipo subordinato ma si configura quale puro intervento assistenziale.
Attività da svolgere
-attività di supporto e vigilanza presso le scuole e gli asili nido comunali;
-pulizia delle vie cittadine;
-custodia, pulizia e salvaguardia delle strutture comunali.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 13 Settembre 2021